5 Ottobre 2020

Memorizzare meglio per essere più felici

By ViS

remind-1556610_640Un po’ tutti abbiamo sperimentato nella vita di non ricordare delle cose: il nome di una persona appena conosciuta, le date importanti come l’anniversario o il compleanno, o altro ancora come una lezione universitaria o il corso di aggiornamento professionale. Che cosa ci succede? Come mai non riusciamo a ricordare dei dati a breve o a lungo termine? Spesso sentiamo dire: “Ho problemi di memoria, mi sfuggono delle cose, ho difficoltà a ricordare”. Il nostro problema non è la carenza di materia grigia o il fatto che siamo negati per date o nomi,  ma è determinato dalla distrazione: il cervello elabora dati a una velocità maggiore di quella a cui siamo abituati normalmente per leggere, per studiare e spesso ci distraiamo anche mentre ascoltiamo; pertanto, apprendiamo, ricordiamo e assimiliamo solo quando ci focalizziamo su ciò che realmente ci interessa o che suscita delle emozioni, in quanto le stesse rispondono velocemente sul sistema limbico che gioca un ruolo importante nell’apprendimento.

Ecco un metodo per addestrare la mente a ricordare usando un’ancora.

Mettetevi comodi e rilassati, chiudete gli occhi e pronunciate a voce alta, se potete, il comando da dare al nostro cervello affinché memorizzi quello che vogliamo. Esempio: “Voglio ricordare il .. (indicare il nome del libro, della conferenza, o altro), e mentre lo leggo unisco il pollice e l’indice, questa è l’ancora che mi permette di ricordare tutto quello che leggo rimanendo impresso nella mia mente, e quando voglio ricordare unisco il pollice all’indice e tutto mi torna in mente”.

Aprite gli occhi e, tornando alla normalità, leggete il libro. Dopo aver letto il libro con il pollice e l’indice uniti, sempre rilassati e comodi, si ripete: “Oggi ho letto il …(indicare il nome del libro, della conferenza, o altro), l’ho letto con il pollice e l’indice uniti, questa unione forma un’ancora, che mi permette di ricordare tutto ciò che ho letto rimanendo impresso nella mia mente e quando voglio ricordare unisco il pollice all’indice e tutto mi torna in mente”.

Con questa tecnica sarete in grado di ricordare quello che leggete, ascoltate, o altro.