11 Agosto 2016

Ancorare uno stato d’animo positivo

By ViS

Se impariamo ad amare noi stessi accresciamo il nostro potere; se il nostro potere cresce, diventeremo padroni della nostra vita e una forza trainante per gli altri. Adesso impariamo ad ancorare uno stato d’animo positivo.

shipping-1573495_640
Trova un luogo tranquillo e rilassati: mettiti in una posizione comoda, cerca di mantenere la schiena eretta. Chiudi gli occhi, lascia
da parte tutte le preoccupazioni e le tensioni. Ora, poni l’attenzione
sul respiro, percepisci l’aria che dalle narici entra inspirando, ed
esce espirando; sentiti rilassato e calmo. Adesso distendi i muscoli
del collo, delle spalle, delle braccia, delle mani, dell’addome superiore, dell’addome inferiore, delle gambe e dei piedi. Sentiti completamente rilassato e in pace con te stesso, avverti questo senso di benessere e serenità in tutto il corpo; mantieni questo stato. Adesso
pensa a una canzone che ti piace, un brano rilassante che ti fa star
bene, inizia ad ascoltarla nella mente, segui il suono o le parole e
renditi partecipe a essa. Ora, rammenta una circostanza, un momento di benessere, di certezza che è avvenuta nella tua vita, una situazione in cui ti sei sentito sicuro di te e vincente. Rivivi quelle sensazioni come se fossero davanti a te, osserva i dettagli e cogli gli
stati d’animo che derivano da queste percezioni. Non appena provi
queste emozioni e ti senti bene con te stesso, pizzicati con decisione
tra il pollice e l’indice; in questo modo stai ancorando uno stato d’animo positivo. Quando sei pronto, senza nessuna fretta, concentran-
doti sempre sul respiro, ritorna nel presente, lentamente, portando
con te la tranquillità e il benessere che hai sperimentato.
Come ti senti adesso?
Tutte le volte che hai bisogno di avere uno stato d’animo positivo
e più sicurezza nella tua vita, pizzicati allo stesso modo e ritroverai
la serenità, sentendoti meglio.

Da:”Il timido il seduttore e l’imprenditore di successo, 12 step per superare la timidezza e vincere nella vita”.

©Riproduzione riservata

Gli esercizi e le informazioni racchiuse in questo blog, non devono in alcun modo sostituire il piano diagnostico e terapeutico da parte di un medico. L’autore declina ogni responsabilità per l’uso improprio delle tecniche e delle informazioni in esso contenute.